Tanti modi per farti sorridere

Scopri tutti i tipi di intervento

Impianto

L’impianto è un dispositivo medico di tipo chirurgico che serve a sostituire uno o più denti o a riabilitare intere arcate. Si tratta di una vite in titanio che funge da radice per ancorare la protesi, fissa o mobile.  Se la struttura ossea non è sufficientemente spessa si interviene chirurgicamente per aumentarne il volume.

Quando possibile, l’impianto dentale è preferibile al ponte dentale

Si ricorre all’impianto dentale quando è necessario ristabilire il funzionamento e la resa estetica del sorriso nel caso sia necessario sostituire uno o più denti.
La protesi viene sostenuta grazie al supporto dell’osso. L’impianto è costituito da una parte che rimarrà nascosta: si tratta di una vite in titanio che viene inserita nell’osso.

Ma perché viene scelto proprio il titanio per realizzare la vite dell’impianto? Si ricorre al titanio perché è il materiale che meglio riesce a integrarsi con l’osso, quasi a fondersi con esso diventando a tutti gli effetti parte della bocca. Oltre a garantire una perfetta compatibilità con l’osso, il titanio ha delle caratteristiche che lo rendono perfetto anche per quanto riguarda la resistenza.
Insomma, grazie a tutte queste sue proprietà, il titanio è il materiale d’elezione per gli impianti dentali.

Passiamo ora a descrivere nel concreto come viene eseguito l’intervento:

  • Partiamo dalla fase iniziale, che potremmo definire preparatoria, in cui il dentista deve decidere come intervenire. Affinché questo dispositivo medico di tipo chirurgico abbia successo è fondamentale che il dentista pianifichi correttamente la posizione esatta e il numero degli impianti. In particolare, la posizione degli impianti viene calcolata in base alla posizione e all’angolazione dei denti alla destra e alla sinistra della zona da trattare.
  • Altro requisito per il buon esito dell’impianto dentale è che l’osso e la gengiva del paziente siano sani. Nel caso comunque le condizioni dell’osso non fossero ottimali, è possibile intervenire chirurgicamente per aumentare il volume della struttura dell’osso, in modo da renderlo sufficientemente spesso per poter procedere con l’impianto.
  • L’intervento tradizionale per inserire un impianto viene eseguito dal dentista in anestesia locale anche nei casi in cui sia necessario intervenire per inspessire l’osso.

E per quanto riguarda il decorso? Al termine dell’intervento è necessario un periodo di guarigione per permettere all’impianto di integrarsi e fondersi con l’osso.

Come potrai immaginare, la manutenzione dell’impianto è quanto mai importante: dopo che sono state posizionate, infatti, le protesi vanno pulite in modo da rimuovere la placca. Puoi usare il filo interdentale, ma prestando una particolare attenzione.

Ormai l’impianto è un tipo di intervento consolidato a livello mondiale, con un’esperienza clinica diffusa in tutti i Paesi. Sono infatti più di quarant’anni che i dentisti eseguono questo tipo di trattamento, che è quindi assolutamente affidabile e soprattutto in grado di garantirti dei risultati molto duraturi.
Un impianto realizzato a regola d’arte è in grado di garantirti un ottimo successo, e una durata molto lunga nel tempo: affidati con fiducia all’esperienza dei professionisti che lavorano negli Studi Dentistici Dr. Frozzi di Vicenza, Cento e Ferrara.