Tanti modi per farti sorridere

Scopri tutti i tipi di intervento

Otturazione

Se hai una carie, l’otturazione serve a riparare il dente danneggiato e a impedire che la lesione si propaghi. Dopo aver tolto il materiale carioso, il tuo dentista applica sul dente una sostanza che ne ripristina la forma e la struttura originaria.
A seconda di quanto è profonda la lesione, può essere necessaria l’anestesia locale.

L’otturazione è uno dei trattamenti più frequenti in caso di carie

L’otturazione é una procedura di tipo restaurativo. Nel caso su uno dei tuoi denti si dovesse creare una cavità, attraverso l’otturazione il tuo dentista riesce a riempire tale cavità in modo da restituire al dente la sua forma originaria, oltre naturalmente alla sua perfetta funzionalità.

Le otturazioni non sono tutte uguali poiché il tessuto cariato può aver compromesso il dente in modo più o meno serio.
Nel caso ad esempio di un dente interessato da una lesione medio-ampia, in questa tipologia di trattamento può essere necessario sottoporre il paziente a un’anestesia locale.

Ma ecco, nel concreto, come si svolgono tutte le fasi di un trattamento di otturazione.

  • Per prima cosa, c’è una fase iniziale, che potremmo definire preparatoria: è il momento nel quale il dentista asporta il tessuto cariato dal dente interessato dal trattamento. Come detto, a seconda di quanto la situazione è compromessa, può essere necessario anestetizzare il dente cariato sottoponendo il paziente a un’anestesia locale.
  • Dopodiché il tessuto cariato viene tolto. L’area interessata dal trattamento viene sottoposta a disinfezione.
  • A quel punto la cavità viene riempita con una sostanza apposita, in modo da riempire le fessure – o, nei casi più seri, la cavità – causate dai batteri che hanno intaccato lo smalto del dente
  • Infine, il dente viene rifinito e lucidato, finché non riacquista la sua forma originaria

L’otturazione dentale rientra tra le pratiche odontoiatriche definite conservative, in quanto dal dente cariato o danneggiato viene prima tolto il tessuto cariato, per poi procedere alla sua restaurazione. Quindi, l’obiettivo è di salvare per quanto possibile il dente nella sua integrità originaria.

Ti stai domandando se sei a rischio di subire un’otturazione? Innanzitutto, tieni presente che la carie si manifesta a volte col sintomo del mal di denti. Ad esempio, se hai un dolore ai denti che si protrae per oltre due giorni, questo potrebbe essere un campanello d’allarme che dovrebbe spingerti a prenotare subito una visita dentistica di controllo presso uno degli Studi Dentistici Dr. Frozzi di Vicenza, Cento e Ferrara per verificare se non sia il caso di asportare una carie e di eseguire poi un’otturazione.

Il mal di denti è un segnale a cui devi prestare attenzione e che non va mai sottovalutato: infatti, se la carie viene trascurata, i batteri hanno tutto il tempo per infettare il dente, cominciando dallo smalto per arrivare fino alla polpa. E, a quel punto, sei costretto a sottoporti a un intervento di otturazione.
La buona notizia, però, è che già dopo poche ore dalla fine dell’intervento, potrai subito ricominciare a masticare normalmente.