Tanti modi per farti sorridere

Scopri tutti i tipi di intervento

Sostituzione di più denti

Si ricorre all’implantologia anche quando mancano diversi denti: in questi casi, la funzionalità e l’estetica dell’arcata dentale possono essere ripristinate attraverso l’applicazione di più impianti, sui quali vengono poi agganciate le corone.

Come si interviene quando è necessaria la sostituzione di più denti

Fino a non moltissimi anni fa, nei casi in cui a un paziente mancavano più denti, il dentista ricorreva di solito a un ponte, cioè una protesi removibile.
È chiaro che questa soluzione per la sostituzione di più denti presenta una serie di inconvenienti piuttosto importanti per il paziente, soprattutto dal punto di vista del comfort quotidiano:

  • innanzitutto, la mobilità di questo dispositivo non rende sempre agevole la masticazione
  • inoltre, per quanto realizzata in modo accurato, questa soluzione non garantisce sempre una resa estetica ottimale
  • soprattutto, però, il ponte può compromettere i denti adiacenti, poiché è necessario limarli per poter applicare i ganci del ponte

È per tutte queste ragioni che oggi, quando possibile, si preferisce ricorrere all’impianto: si tratta infatti di un dispositivo medico di tipo chirurgico davvero ottimale, poiché presenta una serie di importantissimi vantaggi per il paziente:

  • innanzitutto, con l’impianto non è necessario intervenire sui denti adiacenti sani, compromettendoli con la limatura necessaria a farli diventare i supporti del ponte (cosa che invece accade con il classico ponte)
  • inoltre, quando il paziente mastica, il processo di masticazione stimola l’osso della mandibola: questo significa che si ottiene il vantaggio ulteriore di evitare un’eventuale insufficienza ossea

 

Ma cos’è, nello specifico, un impianto?
L’impianto serve quando bisogna sostituire uno o più denti o quando è necessario ristabilire la funzionalità e l’estetica di un’intera arcata. Dal punto di vista tecnico, l’impianto dentale è costituito da una vite in titanio, che rimane nascosta in quanto viene inserita nell’osso. È proprio la vite che dev’essere ancorata alla protesi.
La grossa differenza rispetto al ponte, quindi, è questa: nel caso dell’impianto dentale, la protesi viene sostenuta grazie al supporto dell’osso. Non a caso, la vite viene realizzata in titanio, che è il materiale maggiormente biocompatibile con la bocca, in quanto meglio di ogni altro riesce a integrarsi con l’osso del paziente, fino a diventarne quasi parte integrante.


Ma se è necessaria la sostituzione di più denti, l’impianto è sempre possibile?
Ovviamente, per effettuare un impianto è necessario che l’osso e la gengiva del paziente siano sani. Nel caso in cui l’osso non sia sufficientemente spesso, si può comunque valutare la possibilità di intervenire chirurgicamente per inspessirlo e renderlo così più resistente.
Al giorno d’oggi, l’impianto è ormai un tipo di intervento assolutamente consolidato in molti dei casi in cui sia necessario provvedere alla sostituzione di più denti. Se l’impianto è realizzato come si deve, può garantirti un risultato ottimale e duraturo nel tempo: affidati con fiducia all’esperienza dei professionisti che lavorano negli Studi Dentistici Dr. Frozzi di Vicenza, Cento e Ferrara.